100×100 Venezia

city blog

“Cerco studente universitario con cui dividere una stanza”

Posted on | July 5, 2010 | No Comments

Studenti universitari a caccia di un posto letto. Ogni serranda di negozio abbassata diventa una bacheca dove appiccicare  volantini e lasciare il proprio numero di telefono. Qualcuno esagera, forse ha fretta di trovare una stanza, e mette biglietti in posti impropri, altri, molto discretamente, scelgono spazi opportuni. Chi cerca una singola, chi un compagno con cui condividere una doppia, chi avverte di avere  un gatto con sé dal qual non si separerà mai. Avendo pazienza di leggere bene, si trova di tutto. Un giro in zona universitaria, da Santa Margherita ai Tolentini, per farsi un’idea del numero di studenti che cerca casa in previsione del prossimo anno accademico. Di conseguenza, chi ha un appartamento da offrire, si è mosso per tempo e ha iniziato a fare le proprie proposte.

Vasta la scelta. Si va da appartamenti a piano terra completamente ristrutturati, a monolocali accessoriati di tutto, fino ad appartamenti di ampie metrature che arrivano ad ospitare  6 persone. I prezzi per una doppia  vanno dai 180 euro in su, spese escluse. Per una singola, difficilmente si trova qualcosa a meno di 300 euro. Prezzi tutto sommato in linea con gli scorsi anni. Se si accetta di andare ad abitare a Mestre o Marghera, si risparmia sicuramente ma la differenza non è più abissale come succedeva anni fa. Il mercato immobiliare della terraferma sembra si stia adeguando ai prezzi offerti della città storica. Molti studenti esprimo chiaramente le loro preferenze riportando nei loro biglietti « no Giudecca, no Lido , no isole », altri chiedono la vicinanza alle sedi universitarie. Ecco allora le preferenze: San Giobbe ( per gli studenti di Economia) Santa Marta e Tolentini ( per gli studenti dello Iuav ) e più genericamente Dorsoduro per tutti gli altri.  Chi accetta un appartamento anche a Mestre e Marghera chiede almeno la comodità di avere  i mezzi di trasporto pubblico a distanze accettabili. Tra i proprietari di immobili, sempre più di frequente , si assiste a chi dota l’appartamento di connessione internet wifi . Equivale a far contenti gli studenti, che si sa, non vivono senza il loro computer portatile. Nulla si legge sui  contratti d’affitto che si andranno a stipulare e nemmeno sulla durata. Forse di queste cose si tratta in privato, studenti e proprietari insieme.

Gioia Tiozzo

Share

Comments

Comments are closed.