100×100 Venezia

city blog

La Pala Gotica d’argento della chiesa di San Salvador.

Posted on | May 9, 2011 | Comments Off

Pochi veneziani sanno che sull’altare maggiore della chiesa di San Salvador, dietro al dipinto di Tiziano raffigurante la «Trasfigurazione di Cristo», è celata la Pala Gotica d’argento d’orato. Considerata una delle più significative opere dell’oreficeria veneziana, la Pala Gotica è uno dei più preziosi oggetti dell’arte veneziana del tardo Medioevo. Solo in occasione di tre festività più importanti del calendario liturgico, la pala viene esposta al pubblico: a Pasqua, alla festa della Trasfigurazione (dal 6 al 13 agosto) e a Natale (dal 25 dicembre al primo gennaio). Il restauro della Pala Gotica d’argento e la sua ricollocazione sull’altare maggiore, eseguito da Venetian Heritage Inc., è stata l’occasione per  far conoscere ai veneziani uno dei tesori dell’arte orafa.  La prima esposizione della Pala sull’altare, sabato 9 aprile 2011, è avvenuta in occasione della visita pastorale del cardinale Angelo Scola, patriarca di Venezia. La Pala d’argento ha composizione e dimensioni che riprendono quelle della più celebre Pala d’oro della Basilica di San Marco. Il committente, il priore Francesco De Grazia, rende plausibile la datazione dell’opera verso la metà  del Trecento inserendola nel più vasto panorama delle pale gotiche come capolavoro indiscusso d’arte orafa. Prima di essere ricollocata sull’altare maggiore della chiesa veneziana, la Pala è stata al centro di una speciale mostra al Bode Museum di Berlino, tenutasi dal primo ottobre 2010 allo scorso 13 febbraio. Ideata e organizzata da Julius Champuis, curatore del dipartimento di scultura del Bode Museum, in collaborazione con Toto Bergamo Rossi di Venetian Heritage, la mostra ha avuto oltre 100mila visitatori. Una monografia edita da Marcianum Press, “San Salvador. La Pala d’argento dorato restaurata da Venetian Heritage” riporta gli aspetti tecnici e le fasi del restauro, una lettura iconografica dell’opera e una serie di immagini fotografiche che permettono di osservare e scoprire gli innumerevoli dettagli della Pala d’argento dorato. Luois Vuitton ha segnato così il suo primo intervento di sponsorizzazione nel recupero di un importante pezzo del patrimonio artistico veneziano.

Gioia Tiozzo

Share

Comments

Comments are closed.