100×100 Venezia

city blog

Palazzo Fortuny

“Diana Vreeland after Diana Vreeland”

Posted on | March 13, 2012 | Comments Off

La moda entra a Palazzo Fortuny con un omaggio a Diana Vreeland, fashion editor prima di “Harper ‘s Bazar” e poi di “Vogue” fino ad esser nominata “special consultant” al Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York. Una vita spesa tra le capitali europee a seguire tendenze e dettar moda. Diana Vreeland fu la prima ad usare le attrici americane come modelle per farle diventare icone di stile. Jacqueline Kennedy non mancò mai di ascoltare i suoi consigli tanto da interpellare Diana ogni volta che doveva scegliere l’abito per le occasioni ufficiali. Da lì in poi la moda nel ‘900 si è confrontata con lo sguardo critico e libero di Diana Vreeland.

La mostra a Palazzo Fortuny prova a considerare la moda una forma d’arte capace di interpretare la contemporaneità. Moda come fenomeno complesso, quindi, fatto di gusti e tendenze inevitabilmente legati a fenomeni culturali e sociali del  tempo. Collezioni private e archivi aziendali hanno prestato, per l’occasione, alcuni modelli mai visti in Italia di Chanel, Yves Saint Laurent, Givenchy, Missoni e Valentino. Sofisticata ed elegante, Diana Vreeland ha segnato la moda del ‘900 ed è tuttora considerata un punto di riferimento per gli stilisti. In una teca, alcune foto mostrano il legame tra Diana e Venezia. Impegnata a girare tra Londra , Parigi e New York, Diana non mancava mai di farsi fotografare in  piazza san Marco con Andy Warhol e divi del momento.

Gioia Tiozzo

“Diana Vreeland after Diana Vreeland”

Dal 10 marzo al 25 giugno 2012

Palazzo Fortuny a Venezia

Share

Comments

Comments are closed.