100×100 Venezia

city blog

Helsinki World Design Capital 2012

Realtà associative veneziane invitate a Helsinki per mostrare le tipologie di intervento nella realtà urbana e cittadina

Posted on | May 28, 2012 | Comments Off

Venezia bene si presta a mettere in contatto artisti e creativi provenienti da diverse realtà. L’occasione è stata, ancora una volta, la Biennale di Venezia con tutti i sui padiglioni ospitanti realtà da ogni parte del mondo. Nella sede dei Giardini di Castello, operatori, designers, artisti e creativi veneziani hanno stretto un complesso e proficuo legame con gli operatori del  Padiglione dei Paesi nordici e del Padiglione Aalto della Finlandia. Quello che all’inizio era un semplice e libero scambio di idee, informazioni e competenze si è trasformato nel tempo in un vero e proprio progetto internazionale di cooperazione e scambio culturale pensato come luogo aperto di sperimentazione di nuove forme e modalità di intersezione di idee, riflessione, elaborazione ed attuazione progettuale.

Il progetto di collaborazione si è poi concretizzato con la partecipazione ufficiale a Helsinki World Design Capital 2012 il progetto di collaborazione culturale Venezia – Helsinki. L’invito ufficiale a partecipare a Helsinki World Design Capital 2012, manifestazione internazionale di grande prestigio, rappresenta il primo importante riconoscimento di questo progetto che vedrà impegnati artisti,designers e artigiani legati alle associazioni culturali veneziane Spiazzi, Spiazziverdi e Artisti e Artigiani Associati di Cosma e Damiano con il coordinamento di Cecilia Foresi. Il tutto si muove sulle linee di politica culturale promosse dalla Comunità Europea volte a favorire e promuovere la libera circolazione delle diversità culturali, delle opere e delle professioni ad esse collegate. Venezia e Helsinki hanno molto in comune, sono due città inesorabilmente legate al contesto naturale e urbanistico che condiziona ritmi e stili di vita. Un common ground che ha reso più semplici gli interscambi culturali e le reciproche contaminazioni. Adesso si punta a creare, tra Venezia e Helsinki, un legame durevole e multidisciplinare, un twinning project generato dalle capacità e potenzialità presenti ed attive nel tessuto culturale e sociale delle due città.

Durante l’ Helsinki World Design Capital 2012, le realtà associative veneziane avranno modo di proporre le esperienze fatte nel contesto residenziale e urbano. Questo il calendario degli eventi:

“MANOS” ormai consolidata rassegna di design autoprodotto esporta molti designers veneziani, aprirà un confronto con il pubblico. Sarà curato da i Raffaella Brunzin e Gaetano Di Gregorio – Spiazzi

“Creative City Gardens”: la prassi veneziana di invadere calli e piccole corti con piante e vasi sarà riproposta nella piazza tra i musei di Architettura e di Design, intorno al Wooden Pavilion, tracciando con i bambini di Helsinki il disegno di un giardino-orto ideale, dove si potrà coltivare, ma anche imparare, cucinare, passare del tempo insieme, come del resto avviene nell’orto curato dal gruppo Spiazziverdi alle Zitelle. A cura di Michele Savorgnano e Gaetano Di Gregorio – Spiazzi

“Conferenza sulle trasformazioni urbane dell’isola della Giudecca”: Il contributo della città passa attraverso il racconto dello sviluppo urbano dell’isola della Giudecca, l’unico posto di Venezia interessato da grandi trasformazioni e forse, ancora, in continuo cambiamento, a dimostrazione che Venezia è una città viva e in evoluzione, nell’ambito di una conferenza sul tema delle città d’acqua. A cura di Michele Savorgnano e Gaetano Di Gregorio – Spiazzi

“The Unexpected Lace”: dalla maestria di Burano, fili e nodi eseguiti direttamente con le mani da bambini e anziani, formeranno un grande merletto collettivo, che insegna la bellezza del lavoro manuale ed il valore di realizzarlo insieme. A cura di Paola Bonardo e Raffaella Brunzin – Spiazzi

Il progetto gode del convinto sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’Ambasciata Italiana in Finlandia come testimoniano le parole dell’Ambasciatore Girogio Visetti “ in questo momento di difficile congiuntura e di crisi, il vostro obiettivo di innescare forme di cooperazione e scambio culturale, di nuove modalità di riflessione, elaborazione ed attuazione progettuale attorno al rapporto tra natura, creatività e tecnologia, coglie l’essenza di uno dei temi strategici su cui pensare il futuro culturale, sociale ed economico e non solo in Europa” e della collaborazione e partecipazione di alcune tra le più significative organizzazioni ed istituzioni culturali della Finlandia nel settore del design, della performing art, delle arti visive.

Il team di coordinamento Helsinki – Venice Cultural Collaboration Project i preannuncia già il secondo scambio con l’arrivo dei partner Finlandesi a Venezia in concomitanza della 13^ Mostra Internazionale di Architettura il cui tema, Common Ground, interpreta felicemente lo spirito di questo progetto.

Share

Comments

Comments are closed.